2017 - In fondo all'anima

Il costruttore, ispirandosi al famoso miracolo di San Francesco e il lupo di Gubbio descritto nei fioretti dedicati al Santo di Assisi, mette in opera un'allegoria che vuole evidenziare come guarire dai propri “lupi interiori” significhi spesso fare pace con il proprio io, e di conseguenza, tornare piccolo ed alla semplicità di un bambino.

Ecco quindi che, grazie alla capacità di un uomo mite ed umile ma in grado di far breccia nel profondo dell’anima, anche un lupo feroce e minaccioso, fermandosi a dialogare con lui, riesce a riconciliarsi con la sua storia e le sue emozioni di cucciolo perché si sente accolto ed amato.

L'autore del progetto crede fermamente che in fondo al cuore di ogni uomo, anche il più indurito, ci sia del buono. Ecco perché nella costruzione vedremo l'alternarsi di due scenari: un lupo minaccioso e una bimba (l'anima) che affianca un piccolo cucciolo.
Naturalmente oltre a questa lettura “laica“, esiste anche la volontà di celebrare una delle storie più note legate al Santo Patrono d'Italia, la cui fama è universalmente riconosciuta.

Le foto ed i filmati della costruzione durante la sfilata (clicca per ingrandire)

Lupo al Primo corsoPrimo piano del lupo

 

Ecco le varie fasi della costruzione del Lupo, della bimba e di S.Francesco, nonché le prove dei movimenti del lupo

Anima prospetto 1Anima prospetto 2Francesco prospetto 1Francesco prospetto 2Lupo prospetto 1Lupo prospetto 2Lupo prospetto 3

Vedi i video con le fasi della preparazione della costruzione

Vedi i bozzetti nel dettaglio

bozzetto 1 del carro 2017 bozzetto 2 del carro 2017