Il laboratorio

Il laboratorio della cartapesta ha sede presso la Cittadella del Carnevale a Viareggio. In esso è possibile seguire tutte le fasi della nascita di una maschera in cartapesta. Dalla costruzione del calco in gesso, alla realizzazione della maschera grezza, fino al tocco pittorico che completa l'opera

Foto maschera dal gesso alla cartapesta La maschera grezza in cartapesta La maschera finita

Di seguito si cerca di dare una visione di insieme su come nasce una maschera di cartapesta, dalla sua ideazione alla sua realizzazione finale...

La partenza di tutto è un bozzetto, più o meno dettagliato...

Il passo successivo è la costruzione di un modello ridotto in cui l'artista mette a frutto le sue doti di scultore e modellatore...

Poi si deve rapportare il modellino alle dimensioni effettive della maschera, realizzando la costruzione in creta

Quando è stata ultimata la scultura in creta, occorre preparare lo stampo in gesso, il cosiddetto "negativo" ricoprendo la forma con acqua e sapone, gesso e iuta, armandola inoltre di maniglie di ferro per poterla staccare agevolmente dalla forma in creta. Poi si deve rapportare il modellino alle dimensioni effettive della maschera, realizzando la costruzione in creta

Il calco in gesso diviene così il contenitore della cartapesta che si stende sul gesso alternando fogli di giornale e colla realizzata con acqua e farina.

Quando la cartapesta è asciugata, si toglie dallo stampo di gesso e viene eventualmente ritoccata con altra carta ed assemblata con lacci di corda e ferro

La pittura della forma in cartapesta rappresenta un altro momento in cui si evidenziano le doti artistiche...

La maschera tolta dal calco Si applicano alla maschera altri pezzi di carta Al termine la maschera si colora

tomei.luciano @ alice.it - info @ lucianotomei.it

Piccolo video sulla costruzione del carro "Porta a porta" - 2009